ANTALFEBAL BB OS SOSP 100ML 2


Salve!!! Questa pagina e' stata visualizzata da 110 persone!




Dettagli di ANTALFEBAL BB OS SOSP 100ML 2

Opinioni su ANTALFEBAL BB OS SOSP 100ML 2

  • Attualmente 0.00/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Punteggio: 0.0/5 (0 voti ricevuti)



Aiutaci a migliorare il sito

Per quali motivi (sintomi) hai preso l'ultima volta ANTALFEBAL BB OS SOSP 100ML 2 ?


La tua eta': Sesso: M F

CAPTCHA Image
Inserisci le lettere che vedi nell'immagine subito sopra
[ Genera un'altra immagine ]





Principi Ibuprofene.
Indicazioni Dolore di tipo lieve o moderato, febbre.
Posologia Bambini da 6 mesi a 2 anni (circa 5-12 kg): 2,5-5 ml (equivalenti a 50-100 mg di ibuprofene) come dose singola; fino a 15 ml (equivalente aun massimo di 300 mg di ibuprofene) come dose giornaliera totale. Bambini da 3 a 5 anni (circa 13-19 kg): 5 ml (equivalenti a 100 mg di ibuprofene) come dose singola; fino a 20 ml (equivalente a un massimo di 400 mg di ibuprofene) come dose giornaliera totale. Bambini da 6 a 9 anni (circa 20-29 kg): 10 ml (equivalenti a 200 mg di ibuprofene) come dose singola; fino a 30 ml (equivalente a un massimo di 600 mg di ibuprofene) come dose giornaliera totale; bambini da 10 a 12 anni (circa 30-43 kg): 10 ml (equivalenti a 200 mg di ibuprofene) come dose singola;fino a 40 ml (equivalente a un massimo di 800 mg di ibuprofene). Rispettare un intervallo di almeno 4 ore tra una somministrazione e l'altra quando viene assunta la dose singola massima. Il flacone deve essereagitato vigorosamente prima dell'uso. La confezione include un misurino graduato per garantire un dosaggio accurato. Puo' essere somministrato sia in concomitanza che lontano dai pasti. Nei pazienti sensibilidi stomaco si consiglia l'assunzione del medicinale durante i pasti. Non assumere per oltre 3-4 giorni senza consultare un medico.
Eccipienti Acesulfame potassico, glicerolo, sodio benzoato , polisorbato 80, saccarosio, amido di mais, acqua purificata, gomma xantano, acido citrico(Far. Eur.), colorante rosso Allura AC (E129), aromatizzanti.
Contro Indicazioni Non assumere da pazienti: che manifestino ipersensibilita' al principio attivo ibuprofene o a uno qualsiasi degli altri componenti del prodotto medicinale; che in seguito all'assunzione di acido acetilsalicilico o altri farmaci anti-infiammatori non steroidei abbiano manifestatoin passato attacchi d'asma, edema della mucosa nasale o reazioni cutanee; con manifestazioni pregresse di ulcere o sanguinamenti gastrointestinali; con gravi disfunzioni renali o epatiche o severe e incontrollabili malattie cardiache. durante gli ultimi tre mesi di gravidanza oppure; con una significativa perdita di liquidi (in seguito a vomito, diarrea o mancata assunzione di liquidi). Non somministrare ai bambini di eta' inferiore ai 6 mesi in quanto attualmente non sussiste adeguataesperienza documentata riferita a questa fascia di eta'.
Avvertenze >>Particolare cautela e' richiesta nei pazienti affetti da: porfiria acuta intermittente; lupus eritematoso sistemico e patologie miste deltessuto connettivo; dolori gastrointestinali, colite ulcerosa o malattia di Crohn; ipertensione; insufficienza cardiaca; alterazione della funzione renale; malattie epatiche; allergie (ad esempio reazioni cutanee ad altri agenti, asma, febbre da fieno), gonfiore cronico delle membrane mucose o disturbi ostruttivi cronici delle vie respiratorie. >>Infezioni: l'ibuprofene potrebbe mascherarne i segni. >>Specialmente incaso di varicella: in caso di assunzione di ibuprofene puo' verificarsi il rischio di un aggravarsi o di una ritardata diagnosi delle infezioni batteriche dei tessuti molli. >>In caso di: assunzione contemporanea di altri analgesici, antipiretici o antibiotici; trattamento di manifestazioni dolorose della regione addominale; presenza di malattie gravi e/o assunzione regolare di altri farmaci. >>Il prodotto medicinale contiene saccarosio: di questo va tenuto conto nei pazienti affettida diabete e nei pazienti con problemi ereditari rari di intolleranzaal fruttosio, malassorbimento di glucosio-galattosio o insufficienza di saccarosio isomaltasi. >>Il prodotto medicinale contiene glicerolo:singole dosi di 10 ml e oltre o dosi giornaliere di 30 ml o piu', potrebbero eventualmente indurre cefalee, dolori gastrici e diarrea. >>Ilprolungato uso di analgesici a dosi elevate puo' indurre la comparsa di cefalee che quindi non devono essere trattate con dosi ulteriori delmedicinale. >>L'assunzione abituale di analgesici in generale, ma soprattutto la combinazione di diversi farmaci antidolorifici puo' causare lesioni renali permanenti ed esporre al rischio di insufficienza renale (nefropatia da analgesici).
Effetti Indesiderati Per i seguenti effetti indesiderati bisogna tener conto che essi sono,in genere, dose dipendenti e soggettivi. Specialmente il rischio di insorgenza di sanguinamenti gastrointestinali (ulcere, erosioni della mucosa, gastriti) dipende dal dosaggio e dalla durata della terapia. Lepercentuali dell'incidenza, che contemplano anche casi molto rari, riguardano l'impiego a breve termine di dosi giornaliere fino a un massimo di 1200 mg di ibuprofene (= 60 ml di prodotto). La valutazione degli effetti collaterali si basa normalmente sulle seguenti incidenze. Molto comuni: >1/10; comuni: <1/10 - >1/100; non comuni: <1/100 - >1/1000; rari: <1/1000 - >1/10.000; molto rari: <1/10.000, inclusi i casi isolati. >>Tratto digerente. Non Comuni: dolorabilita' gastrointestinalequale pirosi gastrica, dolore addominale, nausea; rari: diarrea, flatulenza, costipazione e vomito; molto rari: ulcere gastrointestinali, talvolta con emorragia e perforazione. >>Sistema nervoso. Non comuni: cefalee. >>Reni. Molto rari: riduzione dell'escrezione urinaria e formazione di edemi, necrosi papillare, aumentata concentrazione di acido urico nel sangue. >>Fegato. Molto rari: danno epatico, specialmente nella terapia a lungo termine. >>Sangue. Molto rari: disturbi dell'ematopoiesi (anemia, leucopenia, trombocitopenia, pancitopenia, agranulocitosi). I primi sintomi possono essere: febbre, mal di gola, lesioni superficiali della bocca, sintomi simil influenzali, marcato affaticamento, epistassi ed emorragia cutanea. In questi casi il paziente deve sospendere immediatamente l'assunzione del prodotto medicinale. >>Cute. Molto rari: gravi reazioni cutanee come esantema cutaneo con eritema e vescicolazione (per es. eritema multiforme essudativo). >>Sistema immunitario. Molto rari: sintomi di meningite asettica quali grave cefalea,nausea, vomito, febbre, rigidita' del collo e obnubilamento; non comuni: reazioni di ipersensibilita' con orticaria e prurito, cosi' come attacchi d'asma (talvolta con ipotensione); molto rare: gravi reazionidi ipersensibilita'. I sintomi possono essere: gonfiore del viso, della lingua e della laringe con restringimento delle vie respiratorie, dispnea, palpitazioni, ipotensione o persino shock fatale.
Gravidanza e Allattamento >>Controindicato durante il terzo trimestre di gravidanza. A causa della sua modalita' d'azione, potrebbe indurre l'inibizione delle contrazioni uterine, il prolungamento della gravidanza e del parto e, nei riguardi del bambino, tossicita' cardiopolmonare (la prematura chiusura del dotto arterioso di Botallo, ipertensione polmonare), e renale (oliguria, oligoamnios), aumento della tendenza emorragica nella madre e nel bambino, e una maggiore comparsa di edemi nella madre. >>Allattamento. Piccole quantita' del principio attivo ibuprofene e dei suoi prodotti catabolici sono secrete nel latte materno. Non essendo finora notieffetti avversi per il neonato, l'allattamento al seno potrebbe non essere interrotto se si assume il dosaggio consigliato per il trattamento a breve termine di dolori di entita' lieve-moderata o febbre.