DASKIL 8CPR 250MG


Salve!!! Questa pagina e' stata visualizzata da 36 persone!




Dettagli di DASKIL 8CPR 250MG

Opinioni su DASKIL 8CPR 250MG

  • Attualmente 5.00/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Punteggio: 5.0/5 (1 voto ricevuti)



Aiutaci a migliorare il sito

Per quali motivi (sintomi) hai preso l'ultima volta DASKIL 8CPR 250MG ?


La tua eta': Sesso: M F

CAPTCHA Image
Inserisci le lettere che vedi nell'immagine subito sopra
[ Genera un'altra immagine ]





Principi TERBINAFINA CLORIDRATO
Indicazioni 2Infezioni micotiche cutanee, del cuoio capelluto e delle unghie causae da dermatofiti, ovvero da Trichophyton (es. T. rubrum, T. mentagrophytes, T. verrucosum, T. tonsurans, T. violaceum), Microsporum canis edEpidermophyton floccosum. La somministrazione delle compresse e'indicata nel trattamento delle micosi cutanee da dermatofiti (Tinea corporis, Tinea cruris, Tinea pedis e Tinea capitis), e delle infezioni cutanee da lieviti, sostenute per esempio dal genere Candida (es.: Candidaalbicans) per le quali la terapia orale e'considerata appropriata in ragione della loro localizzazione, severita'od estensione dell'infezione.Onicomicosi (infezioni micotiche delle unghie) causate da funghi dermatofiti.æmoli/l), la dose normaledeve essere dimezzata.
La clearance plasmatica di terbinafina puo'essere accelerata da farmaci induttori del metabolismo (es.: rifampicina) e puo'essere inibita dafarmaci che inibiscono il citocromo P450 (es.: cimetidina).
Gli effetti indesiderati riscontrati sono stati da lievi a moderati etutti transitori. I piu'frequenti sono stati: disturbi gastrointestinali (senso di pienezza gastrica, perdita di appetito, dispepsia, nausea, lieve dolore addominale, diarrea) o reazioni cutanee allergiche nongravi (rash, orticaria).Sono stati segnalati casi isolati di reazionigravi cutanee (es. sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica).Molto raramente e'stata segnalata anche una transitoria perdita del senso del gusto, che viene riacquistato entro alcune settimane dopo l'interruzione del trattamento. Sono stati segnalati casi isolati di disfunzione epatobiliare.Si sono manifestati rari casi di disordini ematologici, quali neutropenia o trombocitopenia.

Posologia Infezioni cutanee (Tinea pedis interdigitale, plantare e/o tipo mocassino, Tinea corporis, Tinea cruris e Candidiasi cutanea): 1 compressa da 250 mg una volta al giorno o 1 compressa da 125 mg due volte al giorno, per 2 settimane.Onicomicosi: 1 compressa da 250 mg una volta al giorno o 1 compressa da 125 mg due volte al giorno. La durata del trattamento per la maggiorparte dei pazienti e' compresa fra 6 settimane e 3 mesi.In pazienti con gravi disfunzioni epatiche stabili o ridotta funzionalita' renale pre-esistenti (clearance della creatinina inferiore a 50 ml/min. o creatinina sierica superiore a 300 æmoli/l), la dose normaledeve essere dimezzata.
Contro Indicazioni Ipersensibilita'verso i componenti o verso altre sostanze strettamentecorrelate dal punto di vista chimico.Non somministrare al di sotto dei 2 anni di eta'. Generalmente controindicato in gravidanza e durantel'allattamento.æmoli/l), la dose normaledeve essere dimezzata.
La clearance plasmatica di terbinafina puo'essere accelerata da farmaci induttori del metabolismo (es.: rifampicina) e puo'essere inibita dafarmaci che inibiscono il citocromo P450 (es.: cimetidina).
Gli effetti indesiderati riscontrati sono stati da lievi a moderati etutti transitori. I piu'frequenti sono stati: disturbi gastrointestinali (senso di pienezza gastrica, perdita di appetito, dispepsia, nausea, lieve dolore addominale, diarrea) o reazioni cutanee allergiche nongravi (rash, orticaria).Sono stati segnalati casi isolati di reazionigravi cutanee (es. sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica).Molto raramente e'stata segnalata anche una transitoria perdita del senso del gusto, che viene riacquistato entro alcune settimane dopo l'interruzione del trattamento. Sono stati segnalati casi isolati di disfunzione epatobiliare.Si sono manifestati rari casi di disordini ematologici, quali neutropenia o trombocitopenia.

Effetti Indesiderati    La terbinafina un e'farmaco appartenente alla classe delle allilamine,con attivita' antifungina ad ampio spettro. A basse concentrazioni laterbinafina e'fungicida nei confronti di dermatofiti, muffe ed alcunifunghi dimorfi. L'attivita'sui lieviti e'specie-dipendente: su alcunespecie e' fungicida, su altre fungistatica.æGli effetti indesiderati riscontrati sono stati da lievi a moderati etutti transitori. I piu'frequenti sono stati: disturbi gastrointestinali (senso di pienezza gastrica, perdita di appetito, dispepsia, nausea, lieve dolore addominale, diarrea) o reazioni cutanee allergiche nongravi (rash, orticaria).Sono stati segnalati casi isolati di reazionigravi cutanee (es. sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica).Molto raramente e'stata segnalata anche una transitoria perdita del senso del gusto, che viene riacquistato entro alcune settimane dopo l'interruzione del trattamento. Sono stati segnalati casi isolati di disfunzione epatobiliare.Si sono manifestati rari casi di disordini ematologici, quali neutropenia o trombocitopenia.