TAVOR 20CPR ORO 2,5MG

0
70

Salve! Questa pagina e' stata visualizzata da 423 persone!

Dettagli di TAVOR 20CPR ORO 2,5MG

Opinioni su TAVOR 20CPR ORO 2,5MG

Principi

LORAZEPAM

Indicazioni

Stati di ansia o di tensione nervosa, insonnia nervosa e depressione ansiosa. Le benzodiazepine sono indicate soltanto quando il disturbo e'grave, disabilitante o sottopone il soggetto a grave disagio.

Posologia

- : Per avere risultati ottimali la dose, la frequenzadi somministrazione e la durata della terapia devono essere adattate individualmente secondo la risposta del paziente. La dose minima efficace deve essere prescritta per il piu' breve tempo possibile.Le compresse orosolubili possono essere prese senza acqua, infatti si sciolgonorapidamente sulla lingua senza bisogno di essere deglutite.

Ogni compressa orosolubile presenta una tacca per un eventuale suddivisione. Poiche' il rischio di sintomi da astinenza o da rimbalzo e' maggiore dopo la sospensione brusca del trattamento, si suggerisce di effettuare una diminuzione graduale del dosaggio.

Ansia:Il trattamento deve essere il piu' breve possibile. Il paziente deve essere rivalutato regolarmente e la necessita' di un trattamento continuato deve essere valutata attentamente, particolarmente se il paziente e' senza sintomi. La durata complessiva del trattamento, generalmente, non deve superare le 8-12 settimane, compreso un periodo di sospensione graduale.

In determinati casi, puo' essere necessaria l'estensione oltre il periodo massimo di trattamento; in tal caso, cio' non deve avvenire senza rivalutazione della condizione del paziente. In medicina generale, la maggior parte dei pazienti risponde ad un dosaggio di 2-3 compresse/compresse orosolubili da 1 mg pro die o 20 gocce 2-3 volte al giorno. Per casi particolarmente severi ed in psichiatria il dosaggio puo' essere aumentato fino a 3 o 4 compresse/compresse orosolubili da 2,5 mg pro die o 50 gocce 3-4 volte al giorno. Si consiglia di prendere la dose piu' alta la sera, prima di coricarsi. Nei pazienti anziani o debilitati, si raccomanda un dosaggio iniziale di 1-2 mg al giorno in dosi suddivise, da adattarsi secondo le necessita' e la tollerabilita'.In pazienti con insufficienza renale o epatica il dosaggio deve essere attentamente adattato secondo la risposta del paziente. I dosaggi piu' bassi possono essere sufficienti per tali pazienti. Insonnia: Il trattamento deve essere ilpiu' breve possibile.

La durata del trattamento, generalmente, varia da pochi giorni a due settimane, fino ad un massimo di quattro settimane, compreso un periodo di sospensione graduale. In determinati casi, puo' essere necessaria l'estensione, oltre il periodo massimo di trattamento; in caso affermativo, non deve avvenire senza rivalutazione della condizione del paziente. Per i disturbi del sonno, 1-2 compresse/compresse orosolubili da 1 mg o 20- 40 gocce, somministrate al momento di coricarsi, dovrebbero essere sufficienti. Qualora i disturbi fossero persistenti si consiglia di usare le compresse/compresse orosolubili da 2,5 mg.Nei pazienti anziani o debilitati, si raccomanda un dosaggioiniziale di 1-2 mg al giorno in dosi suddivise, da adattarsi secondo le necessita' e la tollerabilita'. In pazienti con insufficienza renale o epatica il dosaggio deve essere attentamente adattato secondo la risposta del paziente.

Nell'insufficienza epatica dosaggi piu' bassi possono essere sufficienti.per tali pazienti.Come terapia pre-chirurgica,si raccomanda un dosaggio di 2-4 mg di Tavor la sera precedente e/o 1-2 ore prima dell'intervento. Il trattamento deve essere iniziato conla dose consigliata piu' bassa. La dose massima non deve essere superata. : . Per un massimo effetto benefico,il dosaggio deve essere stabilito in base al peso corporeo (il dosaggio usule va dai 2 ai 4 mg) e somministrato come segue: a) per via endovenos: 0,044 mg/Kg fino ad un totale di 2 mg, somministrati 15-20 minuti pima dell'intervento chirurgico previsto per ottenere un effetto ottimle, misurato come vuoto di memoria. Questa dose per via endovenosa e' sufficiente per sedare la maggior parte dei pazienti adulti, e normalente non deve essere superata in pazienti con oltre 50 anni di eta'.

Nei pazienti nei quali e' preferibile ottenere un maggior grado di vuoto di memoria, per eventi riguardanti l'intervento chirurgico, puo' essere somministrato un dosaggio maggiore, cioe' 0,05 mg/kg fino ad un totale di 4 mg. Prima della somministrazione endovenosa di Tavor fiale deve essere immediatamente disponibile l'apparecchiatura necessaria a mantenere aperte le vie respiratorie. b) per via intramuscolare: 0,05 mg/kg fino ad un massimo di 4 mg, somministrati almeno 2 ore prima dell'intervento chirurgico previsto per ottenere un effetto ottimale, misurato come vuoto di memoria. Come con tutti i farmaci utilizzati nella premedicazione, la dose deve essere adattata in modo individuale.

Nei pazienti anziani o debilitati, o in pazienti con funzione epatica o renale compromesse o in quelli con serie patologie respiratorie o cardiovascolari, si raccomanda una riduzione del dosaggio. Nel caso di anestesia locale e di procedure diagnostiche richiedenti la collaborazionedel paziente, puo' essere appropriato l'uso concomitante di un analgesico. I dosaggi di altri agenti depressivi sul sistema nervoso centrale somministrati concomitantemente a Tavor fiale devono di norma essere ridotti. Si raccomanda che ogni farmaco concomitante sia somministrato in siringhe separate. 2) . Nei casi di ansia acuta con o senza agitazione psicomotoria (e a seconda della sua eziologia, gravita', e peso del paziente) la dose raccomandata iniziale e' di 2-4 mg e.v. o i.m., cioe' 0,05 mg/kg (la somministrazione endovenosa e' preferibile). Ove indicato, la dose puo' essere ripetuta dopo 2 ore. Una voltache la sintomatologia acuta e' stata controllata, e' necessario che il paziente riceva un appropriato trattamento per la condizione di base; Tavor per uso orale puo' essere preso in considerazione se e' richiesto un ulteriore trattamento benzodiazepinico. 3) DO A DI E . La dose iniziale usualmente raccomandata di Tavor fiale e' di 4 mg somministrati periniezione endovenosa lenta (2 mg al minuto) per pazienti di 18 anni ed oltre. Se le convulsioni continuano o si verificano nuovamente dopoun periodo di osservazione di 10-15 minuti, puo' essere somministrata un'ulteriore dose di 4 mg per via endovenosa.

Se la seconda dose non portasse ad un controllo degli attacchi epilettici dopo un altro periodo di osservazione di 10-15 minuti, devono essere impiegate altre misure per controllare lo stato epilettico. Nel periodo di 12 ore puo' essere somministrato un massimo di 8 mg di Tavor fiale. La dose massima non deve essere superata.

Contro Indicazioni

Miastenia gravis; ipersensibilita' alle benzodiazepine o ad uno qualsiasi degli eccipienti; grave insufficienza respiratoria; grave insufficienza epatica; sindrome da apnea notturna; glaucoma ad angolo stretto.Non somministrare durante la gravidanza.

Effetti Indesiderati

Gli effetti collaterali osservati piu' frequentemente comprendono sonnolenza, ottundimento delle emozioni, riduzione della vigilanza, confusione, affaticamento, debolezza muscolare, atassia, senso di instabilita'.

Meno frequentemente sono stati osservati: sintomi extrapiramidali,tremor e vertigini, disartria/difficolta' nella articolazione del linguaggio, disturbi della vista (compresi diplopia e offuscamento dellavista), disorientamento, depressione, nausea, modificazioni dell'appetito, cefalea, convulsioni/crisi epilettiche, amnesia, disinibizione, euforia, coma, ideazione suicidaria/tentativi di suicidio, disturbi del sonno, cambiamenti nella libido, agitazione, sintomi dermatologici comprendenti reazioni anche molto gravi, reazioni allergiche cutanee, alopecia, disturbi della funzione oculare, disturbi gastro-intestinali di vario genere, costipazione, aumento della bilirubina, ittero, aumento delle transaminasi epatiche, aumento della fosfatasi alcalina, trombocitopenia, agranulocitosi, pancitopenia, reazioni di ipersensibilita', reazioni anafilattiche/anafilattoidi, (sindrome da inappropriata secrezione dell'ormone antidiuretico), iponatremia, ipotermia, ipotensione, abbassamento della pressione sanguigna, depressione respiratoria, apnea, peggioramento dell'apnea notturna (l'entita' della depressione respiratoria per l'uso di benzodiazepine e' dipendente dal dosaggio; una depressione piu' severa si verifica con dosaggi piu' alti), peggioramento della patologia ostruttiva polmonare e manifestazioni autonomiche.

L'incidenza di sedazione e senso di instabilita' aumenta conl'eta'.

Gli effetti delle benzodiazepine sul sono dipendenti daldosaggio. Alti dosaggi danno luogo ad una depressione del piu' severa. In caso di surdosaggio relativo, possono raramente osservarsi atassia, disartria, ipotensione, ritenzione urinaria, alterazione della libido.

Amnesia anterograda puo' avvenire anche ai dosaggi terapeutici, il rischio aumenta ai dosaggi piu' alti. Gli effetti amnesici possono essere associati con alterazioni del comportamento.

Durante l'uso di benzodiazepine puo' essere smascherato uno statodepressivo preesistente. Le benzodiazepine o i composti benzodiazepino-simili possono causare reazioni come: irrequietezza, agitazione, irritabilita', aggressivita', delusione, collera, incubi, allucinazioni,psicosi, alterazioni del comportamento. Tali reazioni possono essere abbastanza gravi.

Sono piu' probabili nei bambini e negli anziani. L'uso di benzodiazepine (anche alle dosi terapeutiche) puo' condurre allo sviluppo di dipendenza fisica; la sospensione della terapia puo' provocare fenomeni di rimbalzo o da astinenza.

Puo' verificarsi dipendenza psichica. E' stato segnalato abuso di benzodiazepine.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCosa Prendere per DOLORE
La nostra redazione è costantemente impegnata nel ricercare fonti attendibili e produrre contenuti informativi, guide e suggerimenti utili gratuiti per i lettori di questo sito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here